Venezia, da AKKA Project la personale dell’artista keniota Cyrus Kabiru | Finestre Sull’Arte

di Redazione , scritto il 15/08/2022, 17:20:51

Categorie: Mostre / Argomenti: Arte contemporanea

 

Dal 1° settembre al 10 ottobre 2022, la galleria AKKA Project di Venezia ospita la mostra personale “A Small World” del keniota Cyrus Kabiru, e inoltre sempre a inizio autunno ospiterà in residenza l’ugandese Pamela Enyonu.

Una mostra e una residenza d’artista nell’ambito dell’esposizione di gruppo African Identities: sarà un inizio d’autunno particolarmente intenso quello di AKKA Project, galleria d’arte commerciale e spazio progettuale, con sedi a Venezia e Dubai, che rappresenta e sostiene prevalentemente artisti provenienti dal continente africano e dalla sua diaspora. La mostra, nella sede veneziana della galleria, è A Small World di Cyrus Kabiru (Nairobi, 1984), in programma dal 1° settembre al 10 ottobre. Seguendo il programma delle Residenze d’Artista già intrapreso da AKKA Project, la galleria rivela il risultato della residenza del 2021, annunciando la mostra personale di Kabiru che sarà incentrata proprio sulle opere realizzate durante la permanenza dell’artista a Venezia, dal 25 agosto al 31 ottobre 2021, e sui lavori creati, invece, nel suo studio di Nairobi, attraverso l’utilizzo di oggetti reperiti nella laguna veneziana, e portati con sé in Kenya.

Ispirandosi agli oggetti ritrovati nel suo ambiente di origine a Nairobi in Kenya, Cyrus Kabiru ha intrapreso l’esperienza veneziana utilizzando materiali di recupero che riflettessero lo spirito della città da un lato, e il suo stile peculiare dall’altro. Il mezzo di espressione scelto dall’artista ha la capacità di enfatizzare il concetto di riqualificazione e riutilizzo, così come la sua nostalgica connessione con oggetti di uso quotidiano. Principalmente conosciuto per i suoi autoritratti e per i suoi C-Stunners, Cyrus Kabiru vuole donare all’osservatore nuove lenti attraverso cui vedere la realtà. Le opere di Cyrus sono parte di numerose collezioni private e pubbliche; di recente, l’opera d’arte Miyale Ya Blue è stata acquisita dal Metropolitan Museum of Art (MET) di New York.

Durante la personale di Cyrus Kabiru, il programma di Residenza proseguirà con l’accoglienza del nuovo artista selezionato, ovvero Pamela Enyonu, (Kampala, 1985), che sarà Artista in Residenza dal 1° settembre al 31 ottobre. La residenza si terrà presso AKKA Project Venezia, situata nel cuore culturale e artistico della laguna veneziana.

Pamela Enyonu è nata e vive tutt’ora a Kampala, in Uganda; si è laureata alla Kyambogo University Banda in Arte e Design. L’artista trae ispirazione dalle questioni di genere, identità, emancipazione, per coniugare, nelle sue opere, l’esperienza personale con un importante messaggio collettivo. Durante questa residenza di due mesi presso AKKA Project, Pamela avrà la possibilità di esplorare e mettere alla prova il proprio processo creativo. Questo periodo consentirà a Pamela di lavorare su specifici concetti, di fare ricerca, di immergersi e di trarre ispirazione dalla città di Venezia stessa. L’artista in residenza avrà modo di riferirsi direttamente a Venezia e al territorio italiano, con i loro colori, culture, e tradizioni. Il risultato di questa esperienza di residenza verrà in seguito esposto durante una mostra personale dell’artista, programmata per l’anno successivo ad AKKA Project.

Per tutte le informazioni è possibile visitare il sito di AKKA Project.

Nell’immagine uno dei C-Stunners di Cyrus Kabiru, realizzato nel 2022.

Full article

 

Menu
error: Content is protected!!